News

Influenza gennaio 2020, picco in arrivo: sintomi, durata, contagio

Come tutti gli anni, anche per il 2020 il mese di gennaio costituisce il picco per quanto riguarda i casi di influenza. La causa dell’aumento del rischio contagio, in questo periodo è dato dalle temperature ballerine, freddo e caldo improvvisi e soprattutto a causa della riapertura delle scuole, uno dei principali luoghi di contagio. Ad essere colpiti saranno soprattutto i bambini sotto i 5 anni, ma gli anziani dovranno fare molta attenzione al rischio di complicanze.

Secondo il rapporto Influnet dell’Istituto Superiore di Sanità, i numeri relativi all’epidemia influenzale stagionale sono ad ora leggermente superiori rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente: dall’inizio della stagione autunnale, ci sono infatti stati 642.000 casi d’influenza di cui 167.000 nella sola settimana dal 18 al 24 novembre. La fascia più interessata è quella dei bambini da 0 a 4 anni, con un’incidenza di più di 5.6 casi per mille assistiti.

Le previsioni per quest’anno ipotizzano che l’influenza 2019-2020 interesserà circa 6 milioni di persone, quindi un numero leggermente inferiore rispetto all’anno precedente ma con una tipologia di virus diverso e più aggressivo.

Influenza gennaio 2020 sintomi

I sintomi influenza gennaio 2020 sono tanti e di varia intensità, ecco i principali:

  • Raffreddore con congestione nasale molto accentuata e congiuntivite;
  • Febbre improvvisa dai 38° in su con brividi, mal di ossa e sudorazione;
  • Tosse, mal di gola, dolori articolari e muscolari;
  • Mal di testa, malessere generale e stanchezza;
  • Tosse stizzosa;
  • Diarrea e vomito;
  • Disturbi gastrointestinali;

Possibili complicazione influenzali possono insorgere a causa di bronchiti, broncopolmoniti e polmoniti virali e batteriche ma anche a disidratazione e aggravamento di malattie croniche a carico del cuore o dell’apparato respiratorio come sinusiti, otiti e asma.

Dal momento che tutti i sintomi dell’influenza sono comuni e molto simili a quelli di tante altre malattie, per cui è molto facile confonderli  con una faringite o tonsillite, è bene ricordare che l’influenza può definirsi tale se è associata alla comparsa di febbre improvvisa più alta di 38° gradi che dura tra i 3 e i 4 giorni, accompagnata da brividi e sudorazione.

Quanto dura l’influenza 2019-2020?

La durata dell’influenza 2019-2020 è di circa una settimana per gli adulti e fino a 10 giorni per i bambini, anche se alcuni sintomi possono avere una durata maggiore. Gli adulti sono contagiosi già dal giorno precedente alla comparsa dei primi sintomi dell’influenza e restano contagiosi fino a una settimana dopo le prime manifestazioni della malattia; i bambini sono contagiosi anche più a lungo di una settimana.

Consigli per evitare il contagio e attaccare l’influenza agli altri

Per prevenire l’influenza un rimedio efficace è il vaccino antinfluenzale che può essere somministrato dal proprio medico curante, ASL e SSN a partire da metà di ottobre fino a fine dicembre.

La trasmissione dell’influenza avviene attraverso le goccioline di muco e saliva che vengono emesse dalle persone con uno starnuto o semplicemente parlando a distanza ravvicinata, è fondamentale per prevenire e proteggersi dalla trasmissione della sindrome influenzale, adottare misure igienico sanitarie in grado di ridurre al minimo le probabilità non solo di essere contagiati ma anche di contagiare, come ad esempio:

  • Coprirsi il naso e la bocca con un fazzoletto di carta usa e getta se si tossisce o starnutisce. Non riutilizzare il fazzoletto ma gettarlo immediatamente;
  • Lavare molto spesso le mani con acqua e sapone, soprattutto se si è stati in luoghi pubblici, risciacquandole per almeno 30 secondi;
  • Non toccarsi il viso, occhi, naso e bocca con le mani sporche;
  • Non uscire e bere tanta acqua per evitare la disidratazione a causa della febbre, vomito o diarrea.

 

Potrebbe interessarti anche La prevenzione dell’influenza con misure non farmacologiche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *